Divano Groundpiece

Antonio Citterio design

2 0 0 1  |  2 0 2 1

 

"Quando abbiamo fatto il Groundpiece sembrava un oggetto che aveva dei grandi contenuti, però pensavamo: non ne venderemo, perché è così semplice, così diretto e così poco tradizionale"

"Però lo abbiamo fatto ugualmente perché ci sembrava interessante sperimentare questo connubio tra l’arte e un cuscino, che non è proprio il connubio più ovvio."

"Si chiama Groundpiece perché c’è una relazione con il mondo dell’arte."

"Questo è stato uno degli elementi più innovativi: era una superficie morbida che stava al centro di uno spazio"

"Facciamo innovazione e questo nostro modo di lavorare è quello che porta poi a dei prodotti straordinari"