In un contesto dalla tipica allure svizzera, una magnifica villa di montagna a St. Moritz progettata da Küchel Architects ridefinisce il rapporto tra oriente e occidente. Si tratta di un edificio dalle proporzioni e dalle forme
classiche, ma votato al presente grazie alla linearità e a una purezza dettata dalla predominanza di materiali come legno, marmo, pietra e vetro.

La facciata della villa è realizzata in larice locale, trattato con la tecnica del yakisugi, un procedimento di origine giapponese - finora inedito in Svizzera - che prevede di bruciare la superficie per proteggerla da muffe e funghi. Oltre al vantaggio pratico, lo yakisugi impreziosisce il legno e gli conferisce un aspetto quasi marmoreo. All’interno, il soggiorno viene delineato da un morbido divano Adda rivestito in tessuto accompagnato da un tavolino Oliver, di fronte a un moderno caminetto oltre al quale si apre un panorama senza eguali.

Architectural/Interior Project Küchel Architects
Photography Reto Guntli & Agi Simoes