COMO, VILLA PASSALACQUA

Un tempo monastero, quest’incantevole villa fu ceduta al conte Andrea Passalacqua, che nel 1787 la ampliò su disegno di Felice Soave. La geniale intuizione dell’architetto, lo svizzero Felice Soave, è di creare un contrasto tra una semplice facciata simmetrica all’esterno e interni finemente decorati, ricchi di dipinti, sculture, tappeti persiani, arazzi e candelieri veneziani. Il risultato è un effetto sorpresa ulteriormente esaltato da vedute del lago che lasciano senza fiato, incorniciate da ampi giardini perfettamente curati. Il palazzo, disposto su tre piani, con porte in bronzo riccamente lavorate, ospitò vari personaggi famosi, tra cui il poeta Carlo Porta, che dipinse all’interno numerosi affreschi, e Vincenzo Bellini, che fra il 1829 e il 1833 fu frequente ospite dei conti Passalacqua e che proprio nella sala musica della Villa ha composto due delle sue opere più celebri, Norma e La sonnambula.
La storica villa è stata recentemente arredata con molti prodotti appartenenti sia alla collezione Flexform che Flexform MOOD.
La stanza della musica, con altissimi soffitti affrescati e tappeti damascati, è completata da due divani Alfred dalla linea avvolgente e dalla siluetta curvilinea che posti vis à vis creano un’isola di benessere insieme ad un tavolino Fly dalla forma ovale.
Nelle varie stanze della villa si trovano salotti composti da poltrone Lysandre e divanetti Guscio.
Per arredare la sala da pranzo formale sono state utilizzate le sedie Me rivestite con un velluto caratterizzate da un timido tono azzurro.
Per la sala da bagno a fianco della vasca da bagno in pietra è stato posto il tavolino Riviera della collezione Flexform MOOD.
Una giusta contrapposizione tra antico e moderno.
Oggi come allora, l’atmosfera unica della Villa continua a ispirare i suoi ospiti. La location ideale per prendersi una pausa di qualità dagli impegni quotidiani, nella massima tranquillità.