Nel recupero di un’architettura industriale dei primi del Novecento, a Milano, un gioco di spazi e di materiali disegna un nuovo e affascinante modo di vivere.

La scelta di stile è chiarissima: trasformare il modo in cui questo spazio viene utilizzato - non più attività produttiva ma vita domestica quotidiana - conservando il suo spirito originario. Dandogli una nota di raffinatezza che prima non aveva mai avuto.