Molta della recente storia di FLEXFORM ha avuto inizio nel 2001 quando l’architetto Citterio disegna il divano GROUNDPIECE che celebra quest’anno i 15 anni.

Bestseller indiscusso di tutta la produzione FLEXFORM GROUNDPIECE ha rivoluzionato il modo di concepire il divano introducendo proporzioni e modi d’uso nuovi. È comodamente  profondo, particolarmente basso e originalmente destrutturato con ampie cuscinature in piuma d’oca. GROUNDPIECE ha cambiato il modo di stare seduti sul divano, lo ha reso più informale e adatto ad assolvere a nuove funzioni. Nasce la consapevolezza che occorre soddisfare nuovi comportamenti/azioni. Sul divano si legge, si riposa, si guarda la tv, ma inoltre si lavora al computer e spesso anche si cena. Ecco perché sono inseribili nella struttura alcuni elementi-contenitore bassi in metallo rivestito in cuoio che sostituendo parte dello schienale o del bracciolo, diventano utili piani di appoggio.

Il galateo della seduta formale, un po’ compassata, con GROUNDPIECE viene superato a favore di una postura più comoda, rilassata. GROUNDPIECE è la fortunata storia della rottura di un cliché.

"L'accostamento di un rigoroso cuoio e di un cuscino piuma è il segreto di questo equilibrio senza tempo".  Antonio Citterio